Gondo-Bugliaga

21

set

Gondo-Bugliaga: un sentiero attrezzato

Ieri passeggiata da Gondo a Bugliaga: dopo i primi tornanti all’uscita dal paese di Gondo, appena passato il confine con la Svizzera, lasciamo la nostra auto in un comodo parcheggio sulla destra. Da qui parte il sentiero che ci porterà a Bugliaga, frazione alta del comune di Trasquera. Sulle rocce della montagna di fronte a noi due climber affrontano una impegnativa e affascinante salita su roccia.
La salita é piacevole, il sentiero si snoda in un bosco di latifoglie fino alla nostra prima sosta alla “Presa Bruciata”, dove un vecchio belvedere in pietra e ferro ci ospita per un piccolo spuntino. Da qui una magnifica vista delle montagne coperte dalla prima neve, sotto un cielo cobalto: la Weissmies“>, il Lagginhorn, il Fletschhorn. Qua e là incontriamo delle casette per gli uccelli appese a qualche albero. Da qui il sentiero si fa più impegnativo, ma sempre molto sicuro: attraversiamo delle passerelle in legno che ci aiutano nei passaggi più delicati, e ben volentieri ci serviamo delle corde e dei gradini in ferro nei punti del sentiero più ripidi. Dalla Presa di Cima il sentiero si tuffa rapidissimo su un pendio in cui sono stati ricavati con notevole perizia alpina degli strettissimi tornanti; più avanti attraversiamo il canalone della Giurva, da cui salivano con fatica e pericolo i contrabbandieri. Oltre il vallone del confine Italia-Svizzera ci accoglie il bellissimo alpeggio di Bugliaga dentro, con le sue baite sapientemente ristrutturate nel rispetto della loro architettura alpina di pietra e legno.
Licia e Massimo/a> Oggi Licia e Massimo non ci sono, ma avremo altre occasioni di venire a trovarli e deliziarci con i loro meravigliosi formaggi di capra e la loro cucina semplice ma piena di gusto genuino.
Ci dirigiamo quindi verso la Chiesa di Bugliaga, dove abbiamo appuntamento con il Prontobus che ci riporterà a Varzo. Qui ci fermiamo a chiacchierare con Lucia e Gervasio, fedeli alpigiani e validi testimoni di storie locali passate.

Di admin|ambiente, natura, trekking|0 comment

I commenti sono chiusi.