villanante_bb_il-cedro_redelparco_tensionatura-1

15

set

il cedro, re del parco, si rinnova

I molti anni trascorsi a dominare il parco di Villa Nante hanno lasciato il segno nel tronco e nei rami rugosi del grande cedro del Libano.Era arrivato il momento di controllare lo stato di salute del grande vegliardo. Con la consulenza di un agronomo specializzato, utilizzando tecnologie d’avanguardia, abbiamo fatto un check-up che ha rivelato un buon stato di salute, meritevole solo di qualche piccola attenzione. I rami secchi sono stati tagliati da professionisti che con tecniche alpinistiche hanno esplorato ogni ramificazione; un grande cumulo di legna alla base della pianta testimonia l’entità del lavoro di potatura. Alla fine, dopo un accurato studio strutturale della stabilità, altri tecnici hanno provveduto alla “tensionatura” dei rami più svettanti per garantire la massima resistenza e flessibilità davanti ad ogni insulto atmosferico. Ancora molti anni di fertile vitalità attendono il grande cedro!
Il nostro pensiero torna con nostalgia a 30 anni fa, quando, passando per caso davanti al cancello arrugginito, il nostro sguardo venne rapito dalla chioma imponente di questo albero che é sempre stato , oggi come allora, il cuore di Villa Nante e del suo parco. La decisione di acquistare la proprietà fu un processo laborioso e tribulato -per noi giovani professionisti che potevamo contare solo sul nostro lavoro- costellato da dubbi, slanci e ripensamenti; ma il cedro era sempre lì al suo posto, ad ammaliarci col suo possente richiamo: oggi gli siamo grati per averci sostenuto nel nostro sogno. Le cure che gli dedichiamo oggi hanno il sapore di un affetto filiale nei confronti di un grande patriarca.
Nella foto del cedro si fatica a scorgere un puntino rosso, tra i rami più alti, ma vi assicuro che si tratta della camicia dell’abile climber arrampicato su verso il cielo, per mettere in sicurezza con appositi tensionatori le svettanti cime del nostro amato cedro del Libano.

Di admin|ambiente, natura, Senza categoria|0 comment

I commenti sono chiusi.